Cronaca

Colla al cloroformio, sequestrate 1.300 confezioni: due indagati

Due negozianti cinesi sono stati indagati a piede libero: l'ipotesi di reato è la commercializzazione di prodotti pericolosi per la salute. Il titolare dell'inchiesta è Guariniello

Sono 1.300 le confezioni di colla contenente cloroformio sequestrate a Torino dalla Guardia di finanza su ordine della Procura della Repubblica. Due negozianti, entrambi di nazionalità cinese, sono stati indagati a piede libero: l'ipotesi di reato è la commercializzazione di prodotti pericolosi per la salute.

Il pubblico ministero Raffaele Guariniello, titolare dell'inchiesta, ha ordinato il sequestro dopo che le analisi dell'Arpa sulla partita di colla, di produzione cinese, avevano evidenziato livelli di cloroformio molto superiori ai limiti di legge, "tanto da poter fare pensare a effetti cancerogeni del prodotto", ha detto il magistrato.

La presenza, sul mercato torinese, della colla pericolosa era stata segnalata dal Rapex, il sistema europeo di allarme rapido per i prodotti pericolosi e dalle autorità francesi. A quel punto sono scattate le analisi e i successivi provvedimenti. Le indagini sono finalizzate a ricostruire il percorso le confezioni hanno seguito prima di arrivare nel capoluogo piemontese. Da quanto si è saputo, la Procura finora ha avuto segnalazione di un transito dei prodotti a Milano.


Fonte: Ansa

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colla al cloroformio, sequestrate 1.300 confezioni: due indagati

TorinoToday è in caricamento