Frejus e Monte Bianco, code infinite ma situazione in lieve miglioramento

La paralisi causata dai controlli anti-terrorismo attivati in Francia. Dopo molte ore, il traffico ha ricominciato a scorrere. Sul posto anche Protezione Civile e Croce Rossa

Stanno cominciando pian piano a smaltirsi, dopo molte ore, le lunghe code formatesi ieri pomeriggio ai tunnel del Frejus e del Monte Bianco, al confine con la Francia, causate degli accurati controlli anti-terrorismo attivati oltralpe dalle autorità francesi.

Le code, anche di dieci chilometri, hanno bloccato centinaia di automoblisti, mentre la temperatura scendeva sotto lo zero. Sul posto sono intervenuti gli uomini della Protezione Civile e quelli della Croce Rossa. Cibo, coperte bevande calde sono stati offerti alle persone rimaste bloccate nei tunnel. Montate anche alcune cucine da campo.

Nelle ore notturne, con la graduale diminuzione del traffico, la situazione è migliorata.

A ostacolare il transito delle auto in entrambi i tunnel, anche un’intensa nevicata, poi terminata

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Da domani la strada sarà piena di veleno per i vostri cani" e i residenti insorgono sul web

  • Doppia scossa di terremoto a mezz'ora l'una dall'altra: avvertite dalla popolazione

  • Scontro violento fra auto: i vigili del fuoco estraggono due ragazze dalle lamiere

  • Velocità rilevata con autovelox e telelaser: le vie interessate dai possibili controlli

  • Emergenza smog, tornano le limitazioni strutturali dopo la giornata di sciopero

  • Imprigionato nei meccanismi di una mietitrebbia: tragica morte di un agronomo

Torna su
TorinoToday è in caricamento