Cronaca Nizza Millefonti / Via Giulio Biglieri, 48

Clochard trovato morto in una palazzina, l'Atc: "C'è un racket delle cantine"

Sulla vicenda sono aperte le indagini dei carabinieri. I residenti sono divisi: per qualcuno esiste, per altri no

I caseggiati Atc di via Biglieri

"C'è un racket delle cantine" nelle palazzine di via Biglieri dove ieri, martedì 27 dicembre, è stato trovato morto un senzatetto, tuttora da identificare.

A sostenerlo è l'Atc, proprietaria degli immobili. All’interno dei fabbricati, infatti, alcune cantine sono state trovate chiuse con grossi lucchetti. Al loro interno sono stati trovati materassi, come se queste fossero affittate abusivamente ai clochard per pochi spiccioli. La vicenda potrebbe sfociare in un'inchiesta penale.

"Per stroncare ogni tentativo di occupazione e di bivacco nelle cantine - spiega l'Atc - installeremo due speciali porte francesi anti-intrusione bloccando l’ingresso ai corridoi d’accesso in corrispondenza sia del civico 48/11, dove è stato ritrovato il cadavere, sia del 50/5, dove cantine chiuse, ma con materassi all’interno hanno fatto pensare ad un vero e proprio racket. Si tratta naturalmente di un primo intervento per tamponare l’emergenza, poi occorrerà valutare la situazione in collaborazione con la polizia municipale, per scoraggiare nuovi episodi. In quel quartiere, un centinaio di appartamenti in quelle che un tempo venivano chiamate “case bulgare”, vivono molti anziani ed è probabile che fossero proprio le cantine meno presidiate e con minor controllo sociale quelle prese di mira per gestire il bivacco".

I residenti sono divisi sulla vicenda: c'è chi sostiene che effettivamente il racket esiste e chi, invece, ritiene che sia un'invenzione.

Su tutto, in ogni caso, sono aperte le indagini dei carabinieri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clochard trovato morto in una palazzina, l'Atc: "C'è un racket delle cantine"

TorinoToday è in caricamento