menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Circoscrizione contro il Comune: "Non abbattete gli alberi"

La Circoscrizione Nove contro il progetto di ampliare il parcheggio Bacigalupo di corso Spezia: per ricavare una manciata di posti auto si sacrificherebbe un piccolo giardino tra il corso e via Sperino

NIZZA MILLEFONTI - “Il progetto di ampliamento del parcheggio Bacigalupo è fuori da ogni sensata decisione e come Circoscrizione daremo battaglia affinchè la giunta comunale possa cambiare idea”: non usa mezzi termini Massimiliano Miano, vice presidente della Circoscrizione Nove, dovendo commentare la decisione della Giunta Comunale di Torino di ampliare il parcheggio di corso Spezia, il Bacigalupo. Una posizione, quella del Comune, che va contro la Circoscrizione, e che sacrificherebbe gli alberi di un piccolo giardino per ricavare una manciata di posti auto.

“Da quasi due anni – afferma Miano – stiamo lavorando per scongiurare l’ampliamento del parcheggio di soli 20 posti auto per di più a pagamento, a discapito di un piccola area alberata che potrebbe tranquillamente e con pochissime risorse per l’allestimento essere restituita alla collettività, e invece l’Assessorato alla Viabilità continua a prendere a schiaffi le esigenze collettive e fare gli interessi di Gtt mettendo a repentaglio un piccolo polmone verde rimasto orfano dall’allora campo di calcio di corso Spezia”.

I cittadini avrebbero voluto salvaguardare quel piccolo ritaglio di verde, uno dei pochi del quartiere (anche se ad ora non accessibile) per poterlo sfruttare come giardino pubblico. Era anche partita una petizione, che non ha portato al risultato sperato.

Anche il consigliere del Pd Cesare Carbonari, che si era battuto per impedire l’ampliamento del Bacigalupo, si ritiene “deluso per la decisione presa. Sono convinto sempre di più, che i nostri impegni politici sul territorio, nei confronti dei cittadini, a nulla servono se poi le risposte sono l'opposto delle richieste fatte. Se si ritiene prioritario cementificare un'area verde, al posto di un giardinetto, significa che le battaglie ambientali a tutela del territorio, a favore della gente che ci vive, non sono state nemmeno valutate”.

“Ovviamente – conclude il Coordinatore Miano – a questa ennesima decisione presa dall’alto, ci opporremo senza mezzi termini, cercando di riportare le decisioni della giunta comunale su proposte utili e di buon senso”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento