menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torna l’allarme cibo per cani avvelenato, padroni in allerta a Grugliasco

Nell’area verde di via Lanza è scattato l’allarme. Per il momento è stato consigliato ai padroni di tenere i propri cani al guinzaglio in modo tale da controllare ciò che ingeriscono. Dietro ci sarebbe la mano di un solo uomo

Torna l’allarme cibo avvelenato nei parchi torinesi. Questa volta la segnalazione arriva da Grugliasco dove nel verde di via Lanza sono stati rinvenuti alcuni bocconcini avvelenati che hanno messo in allerta tutti i proprietari di cani. Il cibo non sarebbe però stato trovato solo all’interno del parco Porporati, ma anche in zone limitrofe ed è per questo che l’invito è quello di tenere gli animali al guinzaglio, in modo tale da vedere bene a cosa si avvicinano e cosa mettono in bocca.

Le prime segnalazioni sono datate questa estate. Alcuni cittadini avevano fatto notare alla polizia municipale strani bocconi sparsi il parco: questi sono stati analizzati ed effettivamente conterrebbero sostanze pericolose per gli animali.

Il prima possibile sia all’interno che intorno al parco Porporati saranno messi cartelli in cui si avvisano i cittadini. Il rischio è sia per i cani, ma non solo: quel cibo potrebbe essere toccato dai bambini inavvertitamente.

Era da un po’ di tempo che non si sentiva parlare di cibo avvelenato che, purtroppo, spesso colpisce varie zone sia di Torino che dei comuni della prima cintura. Di mira vengono presi sempre parchi verdi molto frequentati, come nel caso del giardino compreso tra corso Grosseto e via Sospello quando, lo scorso maggio, furono trovate polpette avvelenate, oppure qualche settimana prima nel quartiere Borgo Vittoria, nell’area verde di via Roccavione, dove fu trovata una fetta di carne sospetta all’angolo con via Breglio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento