Cronaca

Torino solidale con Amatrice, donata una casa mobile a un’azienda terremotata

Iniziativa Cia, finanziata con una colletta e consegnata agli agricoltori colpiti dal sisma

La solidarietà degli agricoltori torinesi verso i loro colleghi di Amatrice, segnati dal terremoto che ha messo in ginocchio il centro Italia il 24 agosto scorso, si è concretizzata venerdì mattina con la consegna di una casa mobile acquistata dalla Cia – Agricoltori Italiani di Torino ad una delle aziende agricole danneggiate dal sisma, associata alla confederazione. 

La struttura mobile misura 24 mq ed è stata donata dal presidente provinciale Roberto Barbero e da una delegazione della Cia torinese, all’azienda agricola di Fabrizio Di Marco, situata all'interno dell'area del Parco Nazionale Gran Sasso e Monti della Laga in frazione Sommati di Amatrice. 

L’azienda scelta per l’intervento è attiva nella produzione di latte, con circa 60 capi di razza frisona, e nella coltivazione cerealicola, con una superficie di 40 ettari suddivisa tra diverse colture. Il sisma di quest’estate ha gravemente lesionato e reso inagibili sia l’unità abitativa sia le stalle, rendendo particolarmente difficile il proseguimento dell’attività in una zona in cui la popolazione di cinghiali è particolarmente numerosa e costringe gli agricoltori a recintare tutti i terreni e a mantenere una vigilanza continua sulle aree coltivabili per contenere i danni. 

Il finanziamento dell’intera operazione è costato 8 mila euro per l’acquisto del modulo abitativo e il suo trasporto in loco. La somma è stata raccolta in poche settimane con sottoscrizioni volontarie tra gli imprenditori agricoli associati alla Cia di Torino dopo che, a livello nazionale, la Cia – Agricoltori Italiani aveva lanciato un appello a tutte le strutture territoriali per aiutare le aziende associate colpite dal sisma a mantenere la propria operatività, indicando interventi e priorità per le azioni di sostegno. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino solidale con Amatrice, donata una casa mobile a un’azienda terremotata

TorinoToday è in caricamento