Chiusura uffici postali, Benvenuto: "E la Regione cosa intende fare?"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

"Poste Italiane avrebbe già deciso la chiusura di 40 uffici postali piemontesi e la riduzione dei servizi per altri 130. La nostra Regione cosa intende fare per evitare che ciò avvenga?": a chiederlo in un'interrogazione alla giunta è il consigliere regionale della Lega Nord, Alessandro Benvenuto.

"Anche se il provvedimento non è ancora stato ufficializzato - conclude Benvenuto -, sembra che tutto sia già predisposto, senza che Poste Italiane abbia chiesto un confronto con le istituzioni o le amministrazioni locali. Un atteggiamento inaccettabile, a cui la Regione deve cercare di opporsi perché la soppressione degli uffici o la drastica riduzione degli orari di apertura non potranno che creare enormi disagi ai cittadini, che si vedranno costretti a spostamenti o interminabili code anche solo per pagare le utenze o ritirare la pensione".

Torna su
TorinoToday è in caricamento