rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Cronaca Susa

Le mamme in Consiglio regionale, "no alla chiusura dell'ospedale di Susa"

Si sono presentate con cinquemila firme per chiedere rassicurazioni sul futuro del reparto di Ostetricia e Ginecologia dell'ospedale di Susa. Cattaneo: "Massima attenzione"

Un comitato di mamma residenti in Valsusa ha presentato quest'oggi un documento firmato da cinquemila persone in Consiglio regionale. A rischio c'è il reparto di Ostetricia e Ginecologia dell'ospedale di Susa, il quale potrebbe essere trasferito, insieme a molte altre funzioni, presso la struttura sanitaria di Rivoli.

La raccolta firme è stata organizzata per scongiurare il trasferimento e per chiedere rassicurazioni alla Regione. Il presidente dell'Assemblea regionale, Valerio Cattaneo, ha assicurato alle mamme presenti "la massima attenzione da parte del Consiglio".

La situazione è delicata. La Sanità regionale ha un grosso debito e in queste settimane diverse strutture sanitarie sono state chiuse o sono a rischio. "Ci attiveremo - ha detto ancora Cattaneo - per presentare all'assessore alla Sanità tutte le problematiche. Sappiamo che già in questi giorni c'é un'attenta valutazione della situazione".

Uno degli ultimi ospedali al centro di polemiche per la chiusura è il Valdese. A difesa della struttura sono state organizzate diverse iniziative, soprattutto da donne malate di cancro alla mammella. Questo ospedale è il secondo in Piemonte per gli interventi al seno e da poco è stato ristrutturato e arricchito di nuovi macchinari ma, nonostante ciò, è una delle vittime della crisi economica regionale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le mamme in Consiglio regionale, "no alla chiusura dell'ospedale di Susa"

TorinoToday è in caricamento