Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Mirafiori Nord

Chiusura Mirafiori? Dal Lingotto arriva una secca smentita

Secondo alcuni media lo stabilimento della Fiat di Mirafiori sarebbe uno di quelli più a rischio. Ma la Fiat: "Per Mirafiori il piano, che è stato stabilito e annunciato, prevede la produzione di due modelli: una vettura del brand Fiat a partire da fine 2013 ed una del brand Jeep a partire dal secondo trimestre 2014"

Secondo alcuni articoli di stampa di lunedì 5 marzo lo stabilimento della Fiat di Mirafiori sarebbe uno di quelli più a rischio. Secondo alcune analisi, infatti, la situazione produttiva a Cassino e Melfi è in crescita, mentre per le altre sedi "la partita è aperta". Tra quelli maggiormente a rischio, oltre a Mirafiori, anche Pomigliano.

"Vedrete che la Fiat smentirà, ma é grave che tra annunci di 'figli da sacrificare', prodotti rinviati o scomparsi, cassa integrazione in aumento, mercato europeo dell'auto in discesa, prosegua questo stillicidio di notizie, smentite, correzioni". Lo afferma Giorgio Airaudo, responsabile Auto della Fiom, a proposito di un documento pubblicato sul sito Affari Italiani in cui si profila la chiusura nel 2016 di Mirafiori e Pomigliano.

"La Fiat - osserva Airaudo - è un'azienda seria, venga richiamata alle sue responsabilità. Il governo difenda le ragioni del paese e la convochi. Si smetta di scaricare sui lavoratori le conseguenze di questa incertezza e si ripristinino tutte le libertà sindacali". Secondo Airaudo "che Mirafiori sia a rischio lo dice il fatto che, da inizio crisi, già tre prodotti annunciati siano scomparsi".

FISMIC - secondo il segretario generale del sindacato autonomo, Roberto Di Maulo, i rumors "sono tutte bufale, prive di qualsiasi fondamento. Gli inevstimenti vanno avanti secondo il programma e siamo noi che dobbiamo rendere competitivi gli stabilimenti italiani".

FORNERO - Il ministro del Lavoro, Elsa Fornero, rassicura tutti: "Ho parlato con Sergio Marchionne e John Elkann. Ho avuto da entrambi la rassicurazione che le notizie di stampa circa la chiusura di stabilimenti in Italia sono destituite di fondamento".

FIAT - "Articoli di stampa apparsi in questi giorni - si legge in una nota del Lingotto -  hanno attribuito a Fiat l’intenzione di chiudere gli stabilimenti di Mirafiori e Pomigliano d’Arco. In particolare, il sito Affaritaliani.it ha pubblicato oggi una tabella che riguarderebbe le future produzioni della Fiat in Italia e dalla quale si desumerebbe l’esistenza di un piano di Fiat riguardante la chiusura degli stabilimenti di Mirafiori e Pomigliano. Tale tabella non riflette in alcun modo né i piani, né le intenzioni di Fiat."

"Lo stabilimento di Pomigliano produce da circa quattro mesi la Nuova Panda, vettura di punta del marchio Fiat. Per Mirafiori il piano, che è stato stabilito e annunciato, prevede la produzione di due modelli: una vettura del brand Fiat a partire da fine 2013 ed una del brand Jeep a partire dal secondo trimestre 2014.
Come già più volte sottolineato l’azienda da tempo ha deciso di comunicare le produzioni future stabilimento per stabilimento, in relazione all’andamento dei mercati internazionali.Non esiste alcun piano di chiusura di impianti automobilistici in Italia"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiusura Mirafiori? Dal Lingotto arriva una secca smentita

TorinoToday è in caricamento