Cronaca Aurora / Via Francesco Cigna

Laboratorio tessile non a norma in via Cigna, sequestro preventivo

All'interno del laboratorio, sito al piano terra dello stabile, c'erano 29 postazioni di lavoro, un numero superiore al consentito. Inoltre problemi anche per l'impianto elettrico, non a norma e ad alto rischio di incendio

I Carabinieri hanno chiuso un laboratorio tessile in via Cigna per violazione della normativa sulla sicurezza in quanto, da quanto è stato accertato, l'impianto elettrico non era a norma.

All'interno del laboratorio tessile, sito al piano terreno di via Cigna 58, i militari e gli ispettori Spresal dell'Asl hanno identificato dieci cittadini cinesi, risultati regolari sul territorio, e contato 27 postazioni di lavoro con macchine per cucire, più due per stirare. Il provvedimento è scattato per la violazione del decreto 81/2008 sull'impianto elettrico. Questo, infatti, non presentava la certificazione di conformità obbligatoria. I Carabinieri hanno ravvisato un presunto e alto rischio di incendio.

Quanto alle postazioni di lavoro, ne sono state individuate più del consentito vista la superficie e con sedute non a norma. Infine problemi anche per l'uscita di sicurezza che si apriva verso l'interno e non verso l'esterno.

Su parere del pubblico ministero, il locale è stato sequestrato preventivamente in attesa dell'esecuzione dei lavori di messa in sicurezza. L'attività è stata dunque sospesa. Al vaglio dei Carabinieri c'è la posizione del titolare del laboratorio tessile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Laboratorio tessile non a norma in via Cigna, sequestro preventivo

TorinoToday è in caricamento