Cronaca

Rissa con spade e spaccio di stupefacenti, il Questore chiude tre locali

In tutti e tre gli esercizi commerciali si sono verificati episodi di microcriminalità o spaccio. Questi rimarranno chiusi al pubblico per 15 giorni

Sono tre gli esercizi commerciali chiusi dal Questore di Torino a seguito di diversi episodi di microcriminalità e spaccio, per i quali è stata sospesa la licenza per 15 giorni.

Il primo è il "No Game" in corso Racconigi, locale in cui, qualche giorno fa, si era verificata una risa a colpi di spada fra tre avventori di località marocchina. In quell'episodio, il titolare dell'esercizio, un cittadino albanese di 26 anni, invece di richiedere l'intervento delle forze dell'ordine, si era limitato unicamente alla pulizia del locale a seguito dell'aggressione.

Il secondo esercizio, il "Bar Lili" in zona San Salvario, è stato oggetto di un controllo da parte della Polizia di Stato che ha scoperto al suo interno la presenza di tre cittadini stranieri irregolari sul territorio e gravati da precedenti di polizia per reati in materia di stupefacenti. Uno di questi, tra l'altro, possedeva ovuli termosaldati contraffatti per trarre in inganno i clienti nella vendita di stupefacenti.

Il terzo locale denominato "Bar Caffetteria Sofia", anch'esso in zona San Salvario, è stato nuovamente chiuso per la presenza, al suo interno, di cinque cittadini stranieri, tre dei quali con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e in materia di stupefacenti.

I locali suddetti rimarranno chiusi per 15 giorni, nei quali è stata sospesa la licenza di somministrazione di alimenti e bevande.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rissa con spade e spaccio di stupefacenti, il Questore chiude tre locali

TorinoToday è in caricamento