Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Caselle Torinese

Strage di Caselle: l'ex colf e il compagno verso il processo

Dorotea De Pippo e Giorgio Palmieri a giorni riceveranno l'avviso di chiusura indagini, di norma preludio del rinvio a giudizio, per il triplice omicidio di Claudio Allione, Mariangela Greggio e Emilia Dell'Orto

La Procura di Torino ha chiuso le indagini per il triplice omicidio di Caselle in cui furono uccisi Claudio Allione, 66 anni, ex impiegato dell'aeroporto di Torino, la moglie Mariangela Greggio, 65 anni, ex insegnante a Ciriè, e la madre di quest'ultima, Emilia Dell'Orto, 93 anni.

A compiere l'omicidio sarebbero stati l'ex colf Dorotea De Pippo e il compagno Giorgio Palmieri, ma sarà solo un processo a dare una sentenza su un caso che per il momento ha ben pochi interrogativi. Entrambe le persone sono in carcere da diversi mesi con l'accusa di concorso in omicidio volontario premeditato. Ma qualche punto ancora non torna.

La ex colf, ascoltata nei giorni scorsi dai pubblici ministeri Fabio Scevola e Roberto Sparagna, ha continuato a sostenere di aver sì accompagnato il marito verso la villetta della famiglia Allione, ma non aveva idea che avesse intenzione di compiere la strage. Una testimonianza che però non coincide con la versione del compagno. Secondo Palmieri - che ha raccontato di aver ucciso lui i tre della famiglia usando un coltello a serramanico - la moglie sapeva tutto, tanto che proprio lei controllò che prima di andare verso casa della famiglia di Caselle si fosse ricordato l'arma. L'uomo ha ancora raccontato che la sera scelta inizialmente per agire venne cambiata perché Mariangela Greggio non era presente in casa e la donna "aveva un forte risentimento proprio verso di lei e voleva fargliela pagare".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage di Caselle: l'ex colf e il compagno verso il processo

TorinoToday è in caricamento