Condizioni igieniche precarie e locali accatastati come cantine: evacuata la casa per anziani

Denunciata la responsabile

immagine di repertorio

Una casa-famiglia di via Croce a Favria è stata chiusa, e i tre anziani che vi erano ospitati sono stati riaffidati ai familiari, dopo un controllo dei carabinieri del nucleo antisofisticazione e sanità (Nas), dell'Asl To4 e del consorzio servizi sociali di Cuorgné a inizio settembre 2019. La responsabile dell'associazione che la gestisce, italiana di 48 anni, è stata deninciata per maltrattamenti e abbandono di incapace.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo gli accertamenti eseguiti, le camere dove venivano ospitati gli anziani erano censite al catasto come garage e cantine e le loro condizioni igienico-sanitarie erano pessime.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Bimba di sette anni morsa da una vipera mentre passeggia con i genitori: è grave

  • Piemonte riaperto da mercoledì in entrata e uscita, stop all'obbligo di mascherine all'aperto

  • Tragedia lungo la statale: scooter e moto si scontrano, morte due persone

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

  • Mascherine obbligatorie questo fine settimana anche all'aperto, ma solo nei centri abitati

Torna su
TorinoToday è in caricamento