Condizioni igieniche precarie e locali accatastati come cantine: evacuata la casa per anziani

Denunciata la responsabile

immagine di repertorio

Una casa-famiglia di via Croce a Favria è stata chiusa, e i tre anziani che vi erano ospitati sono stati riaffidati ai familiari, dopo un controllo dei carabinieri del nucleo antisofisticazione e sanità (Nas), dell'Asl To4 e del consorzio servizi sociali di Cuorgné a inizio settembre 2019. La responsabile dell'associazione che la gestisce, italiana di 48 anni, è stata deninciata per maltrattamenti e abbandono di incapace.

Secondo gli accertamenti eseguiti, le camere dove venivano ospitati gli anziani erano censite al catasto come garage e cantine e le loro condizioni igienico-sanitarie erano pessime.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • Dramma nella notte: uomo travolto e ucciso da un'auto pirata

  • Fine corsa per il pirata della strada, la sua auto era in carrozzeria: arrestato

  • Neopatentato si schianta allo svincolo: distrutta l'auto potente del papà, lui aveva bevuto

  • Cibo mal conservato e lavoratori "in nero": ristorante chiuso e multato per 39mila euro

Torna su
TorinoToday è in caricamento