Cronaca

Bliz dell'Asl alle mense scolastiche, chiuse le cucine Camst

Il procuratore Raffaele Guariniello ha aperto un fascicolo contro il titolare della Camst a seguito delle lamentele pervenute dai genitori degli alunni dopo diverse presunte intossicazioni

Mosche per terra, scarichi rotti e frigoriferi senza termometri.

E' questo lo scenario che si sono trovati di fronte gli agenti della polizia giudiziaria della procura di Torino durante un'ispezione alla Camst, la ditta di ristorazione che ha l'intero appalto per la gestione delle mense scolastiche di Torino.

A far scattare la chiusura delle cucine, mosche, frigoriferi con termometri rotti, problemi negli scarichi, macchie sui banconi di lavorazione e ruggine.

A mettere i sigilli alla ditta, in particolare al centro di cottura di Moncalieri, gli operatori dell'Asl 5, che hanno disposto una serie di prescrizioni da eseguirsi immediatamente per poter riprendere l'attività del centro cottura.

Dopo circa un anno di lamentele e di esposti da parte dei genitori degli alunni, a seguito di quattro presunte intossicazioni alla scuola Perotti, il procuratore Raffaele Guariniello ha aperto un fascicolo ed ha indagato il titolare della Camst di somministrazione di sostanze alimentari nocive.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bliz dell'Asl alle mense scolastiche, chiuse le cucine Camst

TorinoToday è in caricamento