menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La chiesa dei Santi Martiri chiude i battenti, i gesuiti lasciano Torino

Questa sera sarà celebrata l'ultima Messa, in occasione della festa di Sant'Ignazio di Loyola. Poi, i gesuiti lasceranno Torino. La grande chiesa barocca chiuderà i battenti prima di essere gestita dalla Comunità di S. Egidio

Celebreranno l’ultima Messa questa sera, alle 21.00: poi, i padri gesuiti lasceranno Torino. Una scelta davanti alla quale loro non hanno potuto dire niente, se non obbedire: la direzione del loro ordine li mandava in altre città, a Gallarate, a Cuneo. E la chiesa dei Santi Martiri di Torino, prezioso edificio simbolo del barocco piemontese, chiuderà i battenti: i padri gesuiti lo gestivano dal 1577.

Quasi cinquecento anni di simbiosi con questo quartiere: i padri erano le guide spirituali dei cittadini del centro storico, e qui nella loro chiesa sono passati tanti personaggi famosi; alcuni di loro hanno anche voluto essere sepolti qui: come i filosofi Joseph de Maistre e Giovanni Botero, o il sindaco di Torino Gian Francesco Bellezia, che si distinse nella peste del 1630 al punto da essere – primo caso in città – ricordato con una lunga via del centro.

Padre Giordano, padre Ardu e padre Viano però lasceranno questo luogo per altre mete. Poche le vocazioni, sempre meno fedeli. Si è dunque ritenuto più corretto spostare i gesuiti altrove. Lasciando però vuota la grande chiesa che conserva le spoglie dei Santi Martiri protettori di Torino, Avventore, Ottavio e Solutore, martirizzati verso la fine degli anni ’80 del III secolo.

Ma il tempio non chiuderà per sempre. Sarà infatti preso in gestione dalla Comunità di Sant’Egidio, ma ci vorrà del tempo prima che tutto possa tornare alla normalità, e le messe possano essere ufficiate come al solito. Nel mentre, il portone potrebbe rimanere chiuso. Una perdita per Torino, soprattutto perché viene meno il connubio con i gesuiti: cinquecento anni di servizio onorevole, che vengono persi per sempre. Un congedo che si terrà questa sera alle 21.00, in occasione della festa di Sant'Ignazio di Loyola, fondatore dell'ordine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento