La vecchia chiesa e l’ex scuola di Villaretto pronte alla ristrutturazione

I residenti aspettano due interventi: la messa in sicurezza della chiesa di San Rocco e la riapertura del complesso scolastico abbandonato da dieci anni. La circoscrizione "Siamo a buon punto con le trattative"

Dopo anni di abbandono la chiesa San Rocco di strada del Villaretto potrebbe rinascere a nuova vita con un intervento di ristrutturazione che prenderebbe il via a marzo. Con un aiuto da parte della Curia. La vecchia chiesa, al momento, risulta inagibile. Il tetto è a rischio crollo mentre il campanile sta in piedi per miracolo e in molti han paura che possa ruzzolare giù da un giorno all’altro. E la situazione non migliora neanche all’interno dove è presente un problema infiltrazioni. "Nel nostro quartiere non c’è neanche un posto dove fermarsi un attimo per pregare – spiegano alcuni anziani -. E noi ogni volta siamo obbligati a ad emigrare altrove".
 
Troppe volte i fedelissimi sono stati costretti a messe all’aperto, fattore possibile soltanto nei periodi più caldi dell’anno. Ma in più occasioni ai cittadini è toccato recarsi in una delle due parrocchie della Falchera. Magari aspettando pazientemente il bus all’unica fermata presente nelle vicinanze.


Criticità ben conosciute negli uffici della circoscrizione Sei. "Stiamo lavorando in maniera accorta – spiega la presidente Nadia Conticelli -. La Curia ha tutto l’interesse nel rimettere a posto quel rudere. E noi gradiremmo poter dare una bella notizia ai residenti che da tempo aspettano interventi".

Un tavolo di associazioni, invece, è la proposta per rilanciare la scuola elementare abbandonata di strada del Villaretto. Un’idea della circoscrizione per dare un futuro a quel complesso costruito a cavallo tra gli anni ’80 e ’90 e trascurato da una decina di anni. Proprio alla fine degli anni 90’ era stata avviata una ristrutturazione per trasformare il complesso scolastico in una comunità di recupero per tossici. Un progetto mai decollato. Si era pensato anche di trasformare i locali in una sorta di oratorio per grigliate, feste patronali e corsi di ballo. E poi l’ipotesi asilo che, però, non si è mai concretizzata. Infine l’idea ultima della circoscrizione di donare i locali alle associazioni del territorio allo scopo di realizzare spazi per giovani e per anziani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torino, abbraccia e bacia una bambina di sette anni al parco: arrestato

  • Meteo, Torino e il Piemonte avvolti dall'aria artica dalla Groenlandia: è in arrivo la neve

  • Come cambia il mercato immobiliare di Torino dopo il lockdown: l'analisi quartiere per quartiere

  • Piemonte verso la zona gialla e le regole per le festività natalizie: riepilogo

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: cosa bisogna fare per avere i codici e vincere fino a 5 milioni

  • Zona Arancione: estesa apertura negozi, maggiori controlli, dentro e fuori, nei centri commerciali

Torna su
TorinoToday è in caricamento