Cronaca

Chiamparino davanti ai pm: "Ho risposto a tutte le domande"

L'ex sindaco di Torino Sergio Chiamparino è stato convocato per la vicenda legata al caso Murazzi. E' stato sentito per due ore dai pm

"Ho risposto a tutte le domande". Così Sergio Chiamparino ha commentato uscendio, ieri, dagli uffici della Procura di Torino. L'ex sindaco di Torino è comparso ieri pomeriggio davanti ai pm Andrea Beconi e Andrea Padalino, convocato per l'inchiesta di guardia di finanza e polizia municipale relativa alle concessioni dei locali dei Murazzi.

Chiamparino è indagato a riguardo della delibera con la quale, nel 2009, il Comune di Torino rinnovò le concessioni ai gestori dei locali delle arcate di Murazzi, nonostante le loro inadempienze. Secondo quanto si è appreso, nell'interrogatorio si è parlato di alcuni episodi del 2007, e anche di agevolazioni che alcuni gestori ottennero lamentando danni provocati da infiltrazioni d'acqua. "Con quella delibera si tentò di risolvere e di sanare una criticità", è quello che ha spiegato agli inquirenti Chiamparino.

Secondo l'ex sindaco, il fatto che lui stesso risultasse tra i proponenti della delibera non è straordinario, e si spiegherebbe anche perché molti componenti della giunta erano allora in ferie. Chiamparino avrebbe inoltre affermato di non conoscere tutti i particolari di un provvedimento che è stato messo a punto da dei funzionari e da dei tecnici. Chiamparino sarebbe inoltre all'oscuro anche di un accordo stretto in precedenza con i gestori dei locali dall'allora city manager Cesare Vaciago.

"Tutto è stato ricostruito nel migliore dei modi", ha spiegato il legale dell'ex primo cittadino, Fulvio Gianaria. "Abbiamo risposto a tutte le domande con precisione e tranquillità".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiamparino davanti ai pm: "Ho risposto a tutte le domande"

TorinoToday è in caricamento