Cronaca

Torino, il certificato di assicurazione dell’auto non è valido: denunciati padre e figlia

Veicolo sequestrato. Truffa scoperta dalla polizia municipale

Immagine di repertorio

I fogli da esibire in caso di controllo c’erano e sono stati esibiti, peccato che la polizza assicurativa era stata disdetta pochi giorni prima e che dal database del Ministero il veicolo risultava privo di assicurazione da diversi mesi. 

A scoprire il raggiro sono stati due agenti del Comando Territoriale di Porta Palazzo della Polizia Municipale durante un controllo stradale. Il conducente fermato ha esibito documenti che all’apparenza risultavano regolari, ma quel certificato assicurativo proprio non convinceva gli agenti che hanno effettuato ulteriori accertamenti consultando il database del Ministero. Dal controllo è emerso che il veicolo era privo di assicurazione da diversi mesi e le successive verifiche, effettuate presso la sede centrale della compagnia assicurativa, hanno fatto luce sulla questione.  

Qualche giorno prima del controllo, la figlia del fermato aveva stipulato una polizza assicurativa online, pagato il premio e scaricato la documentazione. Il giorno dopo, avendo ormai in mano i documenti attestanti l'avvenuta stipula del contratto assicurativo da esibire in caso di controllo, la donna aveva disdetto la polizza e ottenuto il rimborso di quanto precedentemente pagato.

Padre e figlia sono stati denunciati a piede libero per truffa e il veicolo sequestrato. Inoltre è stata comminata una sanzione di 866 euro.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino, il certificato di assicurazione dell’auto non è valido: denunciati padre e figlia

TorinoToday è in caricamento