Cronaca

Via Roma ai pedoni, a Natale la sperimentazione decisiva

Per rendere pedonale il centro cittadino, sarà necessario stabilire una calendarizzazione e rivedere sia il piano dei trasporti che della concessione dei permessi

"Il periodo natalizio potrà essere utilizzato per sperimentare significativamente la pedonalizzazione del centro". Conclude con queste parole l'assessore alla Viabilità Lubatti, la lunga discussione avvenuta in Commissione sullo scottante tema delle pedonalizzazioni urbane, un tema al vaglio dell'Amministrazione e delle Circoscrizioni già da diversi anni, ma che, per mancanza di fondi e di una linea decisionale condivisa, non ha ancora trovato una valenza pratica.

Il dibattito nasce in merito al recente evento "Portici di Carta" che, come afferma il presidente di Commissione Gianpaolo Carretta (Pd), ha riportato alla luce la necessità di rendere pedonale il centro cittadino. Tante le proposte emerse, in particolare quella di chiudere al traffico via Roma durante i weekend ed in occasione di eventi importanti che, in vista di un anno ricco di appuntamenti - come l'Expo milanese e l'ostensione della Sindone - porteranno in Città un'enorme flusso di turisti.

Proposte queste che, tuttavia, sembrano essere ripescate dai faldoni degli anni precedenti: "Le sperimentazioni le abbiamo già fatte - afferma il consigliere Marta Levi - ne stiamo parlando da due anni. E' arrivato il momento di stilare un calendario, soprattutto per non far impazzire i cittadini". Sì, perchè, in mancanza di una calendarizzazione fissa, il centro "chiuso a singhiozzi" potrebbe comportare non pochi problemi, non soltanto per gli utenti, ma altresì per i commercianti. Dal canto suo, l'assessore al Commercio Domenico Mangone, ipotizza la chiusura provvisoria del centro attraverso delle installazioni temporanee - transenne - che, se da una parte possono risultare poco estetiche, dall'altra rendono possibile una sperimentazione immediata. Di diverso parere, invece, il consigliere Silvio Viale, secondo cui, il primo vero punto di partenza è la chiusura al traffico di piazza Castello, indispensabile per non far accumulare le automobili lungo via Po e Pietro Micca.

Insomma, un calderone di idee, alle quali si aggiunge, inoltre, anche la pedonalizzazione delle aree periferiche che, salvo rari casi come via Monferrato, ha evidenziato un report negativo da parte delle stesse circoscrizioni. “In periferia – spiega Fabrizio Ricca (LN) - è necessario gestire la pedonalizzazione con estrema delicatezza, per evitare di incorrere in errori già commessi e veder di nuovo bocciate le proposte al termine delle sperimentazioni”.

Malgrado i vari rallentamenti, l'indirizzo espresso dalla maggioranza, ancora una volta risulta ben chiaro: "Il progetto relativo alle pedonalizzazioni andrà avanti - conferma l'assessore Lubatti - valutando anche la riqualificazione dei trasporti e la qualità dei permessi". Sì, perchè il progetto "centro-pedonale" comporta, altresì, una variazione delle linee, in particolare di quelle Star che dovranno comunque garantire l'accesso per cittadini e turisti.

Per il prossimo 5 novembre è prevista una seconda commissione sul punto, durante la quale verrà presentato un piano sulle aree da pedonalizzare ed un calendario più o meno approssimativo. Chissà che per Natale non arrivi qualche sorpresa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Roma ai pedoni, a Natale la sperimentazione decisiva

TorinoToday è in caricamento