Cronaca Murazzi del Po

Il centro sociale Csa Murazzi messo sotto sequestro

Sequestrato il centro sociale dei Murazzi: l'ordine è arrivato dalla magristratura, con un provvedimento firmato dal giudice Edmondo Pilo

Il centro sociale Csa Murazzi è stato messo sotto sequestro: l'ordine è arrivato dalla magristratura, con un provvedimento firmato dal giudice Edmondo Pilo. Il provvedimento si riferisce ad abusi edilizi e al fatto che, dopo il precedente sequestro di un impianto per le emissioni musicali, dallo Csa hanno continuato imperterritamente a diffondere musica ad alto volume.

L'azione nei confronti del centro sociale rappresenta uno degli sviluppi dell'indagine condotta dal pm Andrea Padalino sui locali dei Murazzi: il Csa aveva ottenuto nel 1989 una concessione in comodato, poi scaduta nel 1992.

Plaude al sequestro il capogruppo della Lega Nord in Comune, Fabrizio Ricca. "L'ottimo lavoro svolto dalla magistratura ha prodotto i risultati che chiedevamo da tempo. La chiusura del centro sociale sulle rive del Po è un traguardo importante, al quale ci piacerebbe si aggiungesse il fermo di tutte quelle persone che lo occupavano abusivamente, con il benestare di un Comune compiacente". Ricca si augura che l'azione venga estesa anche in altre zone della città, "ancora vergognosamente in balia degli antagonisti, a cui l'amministrazione non si è mai saputa o voluta contrapporre".

"Lo sgombero e la chiusura definitiva del Csa Murazzi rappresenta la vittoria di una battaglia portata avanti in questi due anni di Consiglio Comunale contro l'arroganza e i privilegi degli autonomi di Askatasuna - afferma Maurizio Marrone, Fratelli d'Italia - Ora che le arcate comunali sono state restituite alla collettività la Giunta non tardi a predisporre un bando pubblico per assegnarle ad una associazione sportiva legale, così come disposto dal Piano d'Ambito di riqualificazione approvato dal Consiglio Comunale: riempire gli spazi liberati con nuove attività associazionistiche sane e no profit è la migliore risposta a chi denuncia la desertificazione dell'area e teme un aumento del degrado".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il centro sociale Csa Murazzi messo sotto sequestro

TorinoToday è in caricamento