Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

Cellulari trovati nel carcere di Torino, chiesta la schermatura dell'istituto

Un agente di polizia penitenziaria ha bloccato, all'interno del carcere di Torino, il passaggio di un telefono cellulare da un detenuto ad un altro. Per il sindacato di Polizia l'episodio è un fatto molto grave

TORINO - Due detenuti del carcere di Torino sono stati sorpresi mentre si passavano un telefono cellulare da una cella all'altra. A beccarli sono stati degli agenti penitenziari.

L'episodio è stato rimarcato dal sindacato Seppe e dal suo segretario generale Donato Capece, il quale ha chiesto al Dipartimento di amministrazione penitenziaria di dotare i reparti di Polizia di un'adeguata strumentazione tecnologia per contrastare l'indebito uso di apparecchi elettronici da parte dei detenuti. Per il sindacalista quello che si è verificato a Torino è un episodio molto grave.

Una delle soluzioni proposte da Capece è quella di schermare gli istituti penitenziari, ciò consentirebbe di neutralizzare la possibilità di utilizzo di qualsiasi mezzo di comunicazione non consentito. "Mi auguro - ha detto il sindacalista - che dopo il ritrovamento del telefono cellulare all'interno del carcere di Torino, si faccia concretamente qualcosa per contrastare questo grave fenomeno".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cellulari trovati nel carcere di Torino, chiesta la schermatura dell'istituto

TorinoToday è in caricamento