rotate-mobile
Cronaca Centro / Piazza San Carlo

Cede una ringhiera per il peso dei tifosi, il boato scatena l'allarme bomba: 1.400 feriti, otto sono gravissimi

Caos in piazza San Carlo dopo il terzo gol del Real Madrid. Fuggi-fuggi generale, la gente trova rifugio nei locali. Tra i casi critici c'è un bambino

Panico nella serata di oggi, sabato 3 giugno 2017, in piazza San Carlo, dove era stato allestito uno dei due maxischermi per la finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid.

Poco dopo il terzo gol del Real Madrid, si è verificato il cedimento della ringhiera del parcheggio sotterraneo della piazza, davanti al negozio Olympic, probabilmente per il peso dei tifosi che vi si erano seduti. Il boato conseguente al cedimento è stato scambiato per una bomba e si è scatenato il panico e il fuggi-fuggi generale tra la folla.

Si sono verificati oltre 1.400 feriti, con ambulanze e vigili del fuoco in piazza. Sono stati trasportati negli ospedali cittadini. Otto persone sono in condizioni gravissime. Tra questi, un bambino che è stato trasportato all'ospedale Regina Margherita.

Molti si sono rifugiati all'interno dei locali della zona, pensando che si trattasse di un attentato.

Sull'accaduto indaga la polizia. Il caos potrebbe effettivamente essere stato innescato dal lancio di un petardo. E' stato allestito un punto di raccolta proprio sotto il maxi-schermo.

In piazza San Carlo i carabinieri hanno arrestato due sciacalli che stavano rubando del materiale abbandonato dai feriti.

fotoservizio e video di Stefano Guidi

Crollo ringhiera piazza San Carlo durante la finale di Champions League - 3 giugno 2017

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cede una ringhiera per il peso dei tifosi, il boato scatena l'allarme bomba: 1.400 feriti, otto sono gravissimi

TorinoToday è in caricamento