Cavo-trappola teso tra due alberi: pericolosissimo per gli appassionati delle due ruote

Scoperto nelle operazioni di ripulitura

Il cavo-trappola teso nei boschi del Monte Cuneo

Un cavo teso ad altezza d'uomo per colpire ciclisti e motociclisti che girano nei boschi del Monte Cuneo (tra Avigliana, Buttigliera Alta, Reano e Trana) sono stati scoperti nella mattinata di ieri, domenica 15 aprile 2018, dai volontari anti-incendi boschivi intenti a operazioni di ripulitura dei sentieri sul territorio di Reano.

Naturalmente è uno strumento pericolosissimo, che rischia di creare gravi danni a chi passa con un mezzo a due ruote, come una mountain-bike o una moto da cross.

Si tratta del secondo episodio del genere nella zona, dopo quello di marzo dell'anno scorso, quando invece erano stati trovati chiodi sparsi nel terreno in zona di borgata Sada, ad Avigliana.

Il cavo, fissato a due alberi, è stato rimosso dai volontari Aib che hanno presentato denuncia alla polizia locale di Reano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Viaggia sull'auto modificata: multa di 640 euro, veicolo sospeso dalla circolazione

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

Torna su
TorinoToday è in caricamento