menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Casting di "Ciao Darwin" per omofobi e razzisti indigna la Regione

L'obiettivo era selezionare uomini o donne "contrari all'integrazione degli stranieri in Italia". Il casting lo scorso 12 gennaio

Cercavano uomini e donne contrari agli immigrati e all’integrazione degli stranieri nel nostro Paese. L’idea è di Mediaset che lo scorso 12 gennaio ha fatto un casting a Torino per cercare omofobi e razzisti. Obiettivo, selezionare uomini o donne "contrari all'integrazione degli stranieri in Italia" e "contro i diritti delle unioni gay", per farli partecipare alla nuova edizione del programma 'Ciao Darwin'.

Una proposta che ha mandato su tutte le furie l'assessore all'Immigrazione e alle Pari Opportunità della Regione Piemonte, Monica Cerutti, che ha segnalato il caso all'Unar, Ufficio nazionale anti-discriminazioni razziali. "Le istituzioni non possono continuare a predicare nel deserto".

Uno schiaffo ai diritti delle persone secondo Cerutti. "È inaccettabile - commenta l'assessore - che in un momento nel quale l'odio nei confronti del diverso è sempre maggiore, ci siano programmi televisivi che vogliono alimentare xenofobia e omofobia. Ci sono milioni di persone che purtroppo affidano la propria informazione esclusivamente alla televisione, ed è impensabile che questa parli loro attraverso stereotipi, populismi e strumentalizzazioni". Un casting di cattivo gusto secondo il consigliere Pd Davide Gariglio. "Non credo sia la politica a doversi occupare di questo problema".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento