Cronaca

Regione Piemonte, al via il fascicolo sanitario elettronico

Una specie di carta d'identità sanitaria personale, consultabile anche da smartphone e tablet, con tutta la documentazione clinica individuale

Un “cassetto” elettronico sempre accessibile ai pazienti e a disposizione degli operatori sanitari. In pratica una sorta di carta d'identità sanitaria personale consultabile anche da smartphone e tablet, contenente tutta la documentazione clinica individuale, informazioni sulle strutture sanitarie e la possibilità di accedere a servizi come il cambio del medico di famiglia o la prenotazione di una visita. Con l'Agenda digitale piemontese prenderà il via, entro tre anni - occorrerà infatti mettere in rete 4,6 milioni di assistiti, 66 milioni di prestazioni ed esami, 42 milioni di prescrizioni farmacologice, oltre 3500 medici e 8600 specialisti - , il progetto del Fascicolo sanitario elettronico per la sanità regionale. 

Un'iniziativa alla quale sono dedicati 17,9 dei 23,9 milioni di euro stanziati, nell’ambito del POR FESR 2014-2020, dalla delibera firmata dall'assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta e dall'assessore alle Attività produttive Giuseppina De Santis e approvatail 20 aprile dalla Giunta regionale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione Piemonte, al via il fascicolo sanitario elettronico

TorinoToday è in caricamento