“Casa del clochard” d’artista, l’iniziativa di Vittorio Sgarbi a Torino

Mercoledì in Comune la consegna di 10 case per senzatetto realizzate dall'artista Maurizio Orrico con Vittorio Sgarbi

La casa per clochard

Case di cartone per senzatetto, ma d’artista: è l’ultima provocazione di Vittorio Sgarbi, che mercoledì 15 febbraio arriverà a Torino.

L'iniziativa, lanciata tre settimane fa sui social del critico d’arte con l'hashtag #arteperilsociale, non vuole essere una soluzione definitiva per i senza tetto, ma un concreto gesto di solidarietà, e soprattutto richiamare l'attenzione delle istituzioni locali e nazionali su un problema che, comunque, rimane irrisolto.

Le case sono state pensate dall'artista Maurizio Orrico in collaborazione con la “Fine Arts” di Alessandro Erra, e poi realizzate da una azienda pugliese, la Corvasce Design, specializzata in arredamenti.

La casetta, in cartone pressato, si monta e smonta in soli 3 minuti ed è facilmente trasportabile. “Inaccettabile – spiega Vittorio Sgarbi – che nel 2017 si possa morire di freddo. Ci sono tre tipi di persone: i migranti, che hanno le loro tutele, ci sono quelle persone nate povere che vanno a cercare aiuto nelle Caritas e in posti simili, e poi ci sono persone che ad un certo punto decidono di fare i clochard. Io ne ho conosciuti molti che venivano da condizioni sociali buone, ma che hanno deciso di fare questo per essere liberi. Quando ero assessore a Milano, di fronte ad un albergo dove risiedevo c’erano queste persone che vivevano sopra un cartone. Erano comunque, a modo loro, felici. Non volevano soldi. Volevano solo stare liberi. Per loro ho un amore istintivo. E quando vedo che muoiono per aver scelto la propria libertà, e ci si indigna solo per quelli che muoiono arrivando dall’altra parte del mare, mi arrabbio. Morire di freddo nel mondo consumista è assurdo. Ho pensato dunque di dar loro, seppur precaria, una casa. Con l’amico Maurizio Orrico abbiamo ideato questa casa in cartone. Vera. Protettiva. Piccola, per due persone. Per giornate non di gran freddo. Non sono fatte per difendersi dal freddo. Ma per riappropriarsi della propria intimità”.

La prima consegna è in programma martedì 14 febbraio, alle 14,30, alla Stazione Centrale di Milano. L'iniziativa, resa possibile grazie alla collaborazione di FS Italiane, arriverà mercoledì 15 febbraio, alle ore 15,00, nella Sala Musy del Comune di Torino, dove saranno consegnate altre 10 case nell'ambito di una iniziativa che vede insieme le associazioni di volontariato e l'amministrazione della città

Ecco il video che mostra la casa per clochard di cartone realizzata da Sgarbi e Orrico

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso di bellezza pochi mesi dopo che i genitori chiudono l'azienda a causa del lockdown

  • Si sentono male in strada al mare: il figlio muore, il padre è gravissimo. Ipotesi overdose

  • Il film porno è girato nel parco cittadino: nuova performance del noto avvocato e di due pornostar torinesi

  • Lascia l'alpeggio e si sente male: in ospedale scoprono la positività al coronavirus

  • Guardia giurata uccide la ex compagna e poi si suicida, lei lo aveva lasciato da poco

  • Tragico scontro con un camion, morto un automobilista

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento