Torna la truffa delle case-bidone al mare: una famiglia ci casca e ne trova altre dieci

Pagata caparra e senza vacanza

immagine di repertorio

Torna la truffa delle case-bidone al mare. L'ultimo caso, a inizio agosto 2018, ha avuto come vittima un magazziniere 44enne italiano di Poirino, che aveva affittato sul portale Kijiji una casa a Finale Ligure, proprio vicino alla spiaggia, per la settimana dal 4 all'11. Arrivato a destinazione, l'appartamento non c'era e lui aveva già versato la caparra (200 euro sulla richiesta di 350, stranamente molto vantaggiosa), oltre a trovarsi naturalmente senza vacanza. E la sua stessa sorte è toccata ad altre dieci famiglie, che ha trovato sul posto.

All'uomo, così come agli altri raggirati, non è restato altro che presentare denuncia ai carabinieri. Intanto il truffatore sta continuando nella sua azione di raggiro. L'annuncio è ancora lì e se si prova a telefonare quell'appartamento è sempre disponibile. La scusa è sempre la stessa: è stato disdetto all'ultimo momento, per questo l'offerta è così conveniente. Ma è un bidone.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane si toglie la vita sparandosi un colpo di pistola

  • Tempo libero, cosa fare a Torino e dintorni sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Dal Torinese, il denaro veniva "ripulito" dopo un giro per il mondo: fratelli imprenditori nei guai

  • Nel garage nascosta la merce del noto supermercato: un denunciato

  • Guidava il furgone (privo di revisione e assicurazione) senza cintura e con il telefonino all'orecchio

  • Auto in fiamme nella notte: distrutti 5 veicoli in sosta

Torna su
TorinoToday è in caricamento