Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Clonavano bancomat nei distributori per prelevare in Sudamerica

Nei fine settimana la banda riusciva a rubare migliaia di codici di carte di credito, utilizzati per prelevare nei paesi del Sudamerica, che non aderiscono alle convenzioni internazionali

La polizia postale di Torino ha sgominato un giro milionario di clonazioni di bancomat, carte di credito e carte di rifornimento di carburanti attivo in tutto il mondo. Due persone, residenti in Romania, sono state arrestate in flagranza di reato mentre una terza, che aveva il ruolo di indicare i distributori di carburanti nei centri commerciali di Torino e provincia, è stata denunciata.

La banda sistemava gli skimmer nelle colonnine dei distributori automatici, in modo di reperire i codici delle carte che venivano inserite. Secondo gli accertamenti, i malviventi riuscivano a reperire oltre duemila codici per ogni fine settimana. Con le carte clonate la banda effettuava prelievi di denaro nei paesi del Sudamerica (principalmente in Argentina), che non aderiscono alle convenzioni internazionali.


L'operazione è partita dalla segnalazione delle compagnie petrolifere e dei gestori dei distributori, che avevano notato differenze tra il carburante erogato e le somme effettivamente incassate dagli impianti automatici situati presso i centri commerciali. Gli investigatori, coordinati dal pubblico ministero Antonio Smeriglio, sospettano che quella sgominata sia una cellula di una più grande organizzazione internazionale. (Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clonavano bancomat nei distributori per prelevare in Sudamerica

TorinoToday è in caricamento