Vermut, il “cugino torinese” dell'assenzio fa 230 anni

Storia dell'aperitivo che da piazza Castello ha conquistato il mondo

In piazza Castello, all'angolo con via Viotti, una targa ricorda il luogo dove nel Settecento si trovava la bottiglieria di Luigi Marendazzo: qui, esattamente 230 anni fa nacque il vermouth alla piemontese. “Antonio Benedetto Carpano nel 1786 in questa casa creò il suo vermuth, primo di una industria tipica e tradizionale che molto contribuì alla fama e al prestigio di Torino nel mondo” recita la targa commemorativa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • "Da domani la strada sarà piena di veleno per i vostri cani" e i residenti insorgono sul web

  • Doppia scossa di terremoto a mezz'ora l'una dall'altra: avvertite dalla popolazione

  • Scontro violento fra auto: i vigili del fuoco estraggono due ragazze dalle lamiere

  • Velocità rilevata con autovelox e telelaser: le vie interessate dai possibili controlli

  • Emergenza smog, tornano le limitazioni strutturali dopo la giornata di sciopero

Torna su
TorinoToday è in caricamento