menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco visita la struttura

Il sindaco visita la struttura

Carmagnola, la storica scuola diventa una struttura per l’emergenza abitativa

I locali dell'Ex CST di Salsasio per tre mesi ospiteranno tre famiglie che sono in attesa di una sistemazione definitiva

Una struttura per chi è in attesa di una sistemazione definitiva. Questo è ciò che l’Amministrazione del Comune di Carmagnola, capitanata dalla Sindaca Ivana Gaveglio, ha deciso per il futuro della storica scuola di Borgo Salsasio e così è stato.

Giovedì 12 gennaio alla presenza del Sindaco, degli Assessori alle Politiche sociali Graziana Grasso e alla trasparenza Massimiliano Pampaloni e del Presidente della Caritas Carmagnola Luciano Cavaliero, è stata inaugurata la struttura che per tre mesi ospiterà tre famiglie che sono in attesa di una sistemazione definitiva.

L’Assessore Grasso ha spiegato che sono stati fatti dei lavori di risistemazione della struttura ed in particolare di adattamento ad uso abitativo, ma il tutto senza troppe spese ed in modo semplice, mentre il Sindaco Ivana Gaveglio si è detta soddisfatta dei lavori svolti.

L’Assessore alle Politiche sociali ha anche precisato quale sarà il futuro della struttura dopo i tre mesi in cui verranno ospitate le famiglie: “Abbiamo in mente per il futuro della struttura di continuare a destinarla come sistemazione provvisoria per famiglie e persone in difficoltà economica che sono in attesa di una sistemazione definitiva”.

La storica struttura che sorge nel centro carmagnolese è stata la scuola elementare del borgo nel cui cortile sorge tuttora un piccolo edificio che era la stazione tramviaria di Salsasio, dove oltre alla sala d’attesa per i passeggeri del “tramwai” che collegava Carmagnola a Torino era presente anche un vero e proprio snodo dove venivano aggiunti vagoni passeggeri e merci.

Negli anni settanta con la costruzione della nuova e più grande scuola elementare, la struttura è diventata un centro per i disabili che sono rimasti fino allo scorso anno, quando si sono spostati nella nuova struttura situata tra i Cappuccini e San Bernardo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento