rotate-mobile
Cronaca

Vallette, detenuto tenta prima il suicidio e poi l'evasione

Un detenuto prova prima a suicidarsi e poi ad evadere ceracando di impossessarsi dell'arma di un agente. "Non sappiamo più cosa aspettarci come poliziotti penitenziari"

Ieri un detenuto francese di 36 anni del carcere torinese ha tentato dapprima il suicidio e poi l'evasione. E' quanto denunciano gli agenti di polizia penitenziaria dell'Osapp. Il carcerato ha tentato il suicidio, ma è stato prontamente salvato dagli agenti. Durante il trasporto sotto scorta verso l'ospedale Maria Vittoria ha però tentato l'evasione cercando di impossessarsi dell'arma di un agente, ma è stato fermato.


Il segretario generale dell'Osapp ha commentato così l'accaduto: "Non sappiamo più cosa aspettarci come poliziotti penitenziari. Solo lo zelo e la professionalità che sempre manteniamo nell'assolvimento del servizio hanno consentito di non trasformare un tentativo di suicidio apparentemente sventato con immediatezza in una beffa grave in danno nostro e dell'intera collettività"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vallette, detenuto tenta prima il suicidio e poi l'evasione

TorinoToday è in caricamento