Cronaca Vallette

Vallette, emergenza sovraffollamento: in 20 dormono per terra in palestra

Attualmente nel carcere sono presenti 1.560 detenuti, mentre la capienza massima prevista è di 1.023. Nell'ultimo mese all'interno del penitenziario si sono verificati tre suicidi

La situazione al carcere Lo Russo e Cutugno rischia di diventare ingestibile. Venti detenuti nel carcere di Torino hanno dormito per terra nella palestra dell'istituto a causa delle condizioni di sovraffollamento.

A segnalare il fatto è l'Osapp, sindacato autonomo di polizia penitenziaria. Attualmente nel carcere delle Vallette sono presenti 1.560 detenuti, mentre la capienza massima prevista è di 1.023. Nell'ultimo mese, all'interno del penitenziario, si sono verificati tre casi di suicidio.

"Tutto questo - commenta Leo Beneduci, segretario generale dell'Osapp - accade mentre il personale di polizia penitenziaria deve assistere impotente. Condizioni simili, a Torino, si erano già verificate oltre un anno fa. I poliziotti in servizio sono 600, mentre dovrebbero essere 900".

A contribuire all'emergenza, secondo Beneduci, "anche il fatto che sono ripresi gli accompagnamenti in carcere degli arrestati in attesa delle udienze di convalida, che il ministro Alfano diceva di avere scongiurato definitivamente. E, dopo il pronunciamento della Corte Europea di Giustizia contro il reato di clandestinità a Torino non sono più disponibili i locali appositamente realizzati presso il commissariato San Paolo, per i quali il Comune aveva spesa circa 300mila euro con gli arredi resi disponibili dall'amministrazione penitenziaria. Perciò si é tornati al vecchio deposito in carcere di qualsiasi soggetto venga arrestato". Secondo Beneduci, infine, "tali condizioni rischiano di estendersi anche ad altri istituti penitenziari italiani".

Fonte: Ansa

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vallette, emergenza sovraffollamento: in 20 dormono per terra in palestra

TorinoToday è in caricamento