rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca Vallette / Via Maria Adelaide Aglietta, 35

Maretta in carcere: detenuto lancia urina e aranciata contro agenti e medici

La protesta dei poliziotti

Urina e aranciata. E' il contenuto di un bicchiere lanciato nel pomeriggio di ieri, mercoledì 14 marzo 2018, da un nigeriano 19enne detenuto nel carcere di Torino verso gli agenti della polizia penitenziaria e i sanitari. Il ragazzo, condannato per violenza sessuale con fine pena nel 2022, è ristretto in un reparto psichiatrico del penitenziario ed è stato poi bloccato dagli altri agenti.

A dare la notizia è l'Osapp, sindacato di polizia penitenziaria, per voce del segretario generale Leo Beneduci che dichiara: "Che per compito istituzionale i poliziotti penitenziari debbano trattare con i cosiddetti rifiuti della società è ben noto. Che peraltro in compenso di tale attività il personale di polizia penitenziaria debba a sua volta ricevere addosso i rifiuti corporali degli stessi detenuti è invece assolutamente inammissibile". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maretta in carcere: detenuto lancia urina e aranciata contro agenti e medici

TorinoToday è in caricamento