rotate-mobile
Cronaca

Carcere di Torino, agenti costretti a lavorare con le uniformi rattoppate

Il sindacato Osapp denuncia anche il cattivo odore che arriva dai sotterranei del Padiglione B del carcere

"Se si continua così saremo costretti a lavorare in borghese". L'appello arriva dall'Osapp, sindacato di polizia penitenziaria, e riguarda gli agenti in servizio nelle carceri di Torino e Ivrea.

"Da tempo - dicono i responsabili dell'organizzazione - manca il vestiario: le uniformi operative multistagionali, gli stivaletti operativi multistagionali e le camicie estive che non arrivano da ben dieci anni, ossia dall'ormai lontano 2006".

Chi lavora lo fa con uniformi rattoppate "che solo grazie alla cura che ciascuno degli agenti ha ed ha avuto possono essere ancora utilizzate in assenza delle nuove. Il tessuto è consumato dagli anni e non adatto più alla stagione invernale, hanno freddo!". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carcere di Torino, agenti costretti a lavorare con le uniformi rattoppate

TorinoToday è in caricamento