menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Suicidio in carcere, 37enne si impicca in cella

39 detenuti in Italia si sono tolti la vita da inizio anno

Si è impiccato legandosi con un lenzuolo alle grate del bagno della cella dove era ristretto al terzo piano del Padiglione C (definitivo fine pena 2019). La scelta di porre fine alla propria vita nel carcere di Torino è stata quella di un 37enne di origini sinti che ha compiuto il gesto verso le 10.30 di mercoledì 30 agosto.

A denunciare l’episodio è l’O.S.A.P.P. (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria) per voce del Segretario Generale Leo Beneduci: “Questa volta la Polizia Penitenziaria non è riuscita a salvare la vita del 39esimo detenuto suicida in un carcere dall’inizio dell’anno e le cause, inutile negarlo, sono legate ad una carenza nell’organico del personale di Polizia Penitenziaria che a Torino è pari a circa 200 unità su 1.080 unità previste, equivalente ad oltre il 20%. Ribadiamo la necessità di istituire una commissione parlamentare di inchiesta che indaghi sulle condizioni di vita e di lavoro nelle attuali carceri italiane e individui le stringenti responsabilità del caso”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento