menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Da sinistra i comandanti Domenici, De Santis, Gerbo e Caputo

Da sinistra i comandanti Domenici, De Santis, Gerbo e Caputo

Il colonnello Emanuele De Sanctis guida i carabinieri di Torino, "per portare serenità ai cittadini"

Per lui è un gradito ritorno. Nuovi comandanti anche per reparto operativo, nucleo investigativo e nucleo radiomobile

Il colonnello Emanuele De Santis, 45 anni, è il nuovo comandante provinciale dei carabinieri di Torino.

Sostituisce il colonnello Arturo Guarino che, dopo due anni nel capoluogo piemontese, è stato nominato capo ufficio personale ufficiali del Comando Generale dell'Arma a Roma, che prima era guidato negli ultimi due anni proprio da De Santis.

Di origini laziali e laureato in giurisprudenza, ha due figlie di 14 e 17 anni.

Ha intrapreso la carriera militare nel 1990, frequentando l’Accademia Militare di Modena e la Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma.

De Santis è una vecchia conoscenza per i torinesi: è arrivato qui per la prima volta nel 1995 con il grado di tenente e aveva assunto l’incarico di comandante di plotone nella Scuola Allievi Carabinieri; aveva poi comandato le compagnie di Cavalese (Trento), dove intervenne in occasione della tragedia del Cermis, e di Casoria (Napoli), dove partecipò alle indagini della guerra di camorra tra il clan Di Lauro e gli Scissionisti. Nel settembre del 2005 il ritorno nella nostra città alla guida della compagnia San Carlo. Come comandante ha partecipato alle attività di pianificazione e organizzazione per lo svolgimento delle Olimpiadi e Paralimpiadi. Tra le attività investigative svolte, si ricordano tra le altre, il recupero del diamante Cruzeiro do Sol, del valore di alcuni milioni, e diverse operazioni antidroga tra il Parco del Valentino e San Salvario. Dopo la partenza da Torino ha ricoperto numerosi incarichi a Roma, fino al ritorno di oggi.

“Lavoreremo per portare serenità ai cittadini, proseguendo quell’attività di controllo indispensabile su tutto il territorio, a partire dalle singole stazioni sparse su tutta la provincia”, ha detto nel corso della presentazione ufficiale al comando di via Valfré.

“Voglio proseguire - ha aggiunto - quanto già portato avanti con successo da chi mi ha preceduto. E le nostre priorità devono essere prima di tutto i disagi sociali, ad iniziare dalla tutela degli anziani. Abbiamo una provincia vasta, delicata ma anche molto bella, che deve essere difesa. La presenza di tante associazioni e di quartieri che vogliono superare piccole e grandi criticità è indispensabile per migliorare quella percezione di sicurezza spesso condizionata dalla microcriminalità tipica di ogni grande città. È giusto ascoltare queste voci e lavorare insieme per superare piccoli e grandi problemi. Tornare a Torino è una grande emozione”.

Con il colonnello de Santis sono stati presentati anche gli altri nuovi comandanti in forza all'Arma di Torino.

Il colonnello Giuliano Gerbo, proveniente dal nucleo investigativo di Monza Brianza, è il nuovo comandante del reparto operativo. Sostitusce il colonnello Nicola Fozzi, che era stato promosso a vicecomandante provinciale.

Il maggiore Andrea Caputo è stato promosso dalla sezione omicidi a capo del nucleo investigativo. Sostituisce il colonnello Domenico Mascoli, diventato comandante provinciale di Novara.

Il maggiore Andrea Domenici, proveniente dalla compagnia di Rho (Milano), è il nuovo comandante del nucleo radiomobile. Sostituisce il colonnello Emanuele Caminada, passato a dirigere il comando provinciale di Aosta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento