Tragedia della depressione: carabiniere si spara in casa

Era molto conosciuto

Il luogotenente suicida lavorava per il nucleo elicotteristi dei carabinieri

Tragedia nella mattinata di oggi, martedì 5 settembre 2017, a San Giorgio Canavese.

Un luogotenente dei carabinieri di 59 anni, in servizio effettivo al nucleo elicotteristi di Volpiano, si è tolto la vita nella sua abitazione usando la pistola d'ordinanza. Lascia la moglie e due figli.

L'accaduto ha scosso l'intero paese, dove l'uomo era molto conosciuto, e naturalmente anche i colleghi dell'Arma che gli erano molto legati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il gesto è da fare risalire allo stato di depressione in cui da qualche tempo versava il militare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si sentono male in strada al mare: il figlio muore, il padre è gravissimo. Ipotesi overdose

  • Lascia l'alpeggio e si sente male: in ospedale scoprono la positività al coronavirus

  • Guardia giurata uccide la ex compagna e poi si suicida, lei lo aveva lasciato da poco

  • Fantomatico volantino di un (sedicente) papà: "Avete molestato mia figlia, vi sto cercando"

  • Tragedia nell'abitazione: donna trovata morta

  • Vanno a fare la spesa e lasciano il figlio chiuso in auto con 40 gradi: denunciati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento