Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Salvato un capriolo finito nel Po nella zona del Parco del Valentino

E' successo nella giornata di lunedì. Un capriolo è stato recuperato dalle acque del Po, in prossimità dell'Orto Botanico del Parco del Valentino. L'animale in precedenza si era procurato una ferita saltando una recinzione

Nel pomeriggio di lunedì 30 aprile gli agenti faunistico-ambientali della Provincia di Torino hanno recuperato nelle acque del Po all’altezza del Parco del Valentino un Capriolo, la cui presenza, in prossimità dell'Orto Botanico era stata segnalata da un cittadino con una telefonata al 118. Il Servizio Tutela Fauna e Flora della Provincia è stato informato dell’emergenza in atto ed è intervenuto.



Dopo aver trovato tracce della presenza dell'animale selvatico, gli agenti della Provincia hanno chiesto la collaborazione della Polizia Municipale di Torino, per scongiurare il pericolo che il Capriolo finisse nelle vicine strade aperte al traffico.

Durante la ricerca dell'animale, il personale del Servizio Tutela Fauna e Flora si è reso conto del fatto che, saltando una recinzione presente nel parco, il Capriolo si era procurato una ferita cutanea. Sempre durante la ricerca, Simone Migliaro, istruttore di canottaggio del Circolo Eridano (che ha scattato le foto allegate al presente comunicato), ha segnalato al 118 la presenza di un animale con le corna che nuotava nel Po senza poter uscire, in un tratto in cui le sponde sono verticali e in cemento.

Con la barca messa a disposizione dal Circolo Eridano gli agenti si sono avvicinati al Capriolo, lo hanno catturato grazie ad una corda con il laccio e lo hanno portato in salvo a riva. L'animale presentava una estesa ma superficiale lacerazione cutanea. Dopo esser stato sottoposto alla sutura della ferita presso il Dipartimento di Patologia Animale della Facoltà di Medicina Vetrinaria, il Capriolo è stato liberato in un luogo idoneo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salvato un capriolo finito nel Po nella zona del Parco del Valentino

TorinoToday è in caricamento