Cronaca Lingotto / Corso Unione Sovietica

Capodanno con rissa e feriti in una famosa discoteca di Torino sud

Un cliente è finito in ospedale ferito da un coccio di bottiglia e 11 sono i denunciati. Il locale era già stato chiuso nei mesi scorsi dal questore

Continuano i guai per una discoteca nella zona sud di Torino. Durante la notte di Capodanno, nel locale, già chiuso nei mesi scorsi, è scoppiata una rissa tra addetti alla sorveglianza e clienti e uno di loro, un ragazzo di 22 anni, è stato portato in ospedale in gravi condizioni, dopo essere stato ferito con un coccio di bottiglia all'addome.

Il giovane che si trovava in compagnia di altri amici, tutti residenti a Cremona e di nazionalità italiana e marocchina, è stato allontanato dal locale dagli addetti alla sicurezza attorno alle 2 di notte, dopo essere stato richiamato più volte poichè fumava al suo interno. Successivamente gli amici, dopo aver capito che l'uomo non era ancora rientrato, hanno iniziato ad essere aggressivi con i buttafuori che quindi hanno deciso di allontanare dal locale tutto il gruppo.

L'amministratore del locale, per non peggiorare la situazione, ha poi deciso di aprire le porte per far rientrare i ragazzi, ma è stato investito da lanci di bottiglie e vari oggetti. Da qui l'intervento degli addetti alla sicurezza e l'origine della rissa dalla quale ne è uscito malconcio, proprio il 22enne cremonese, portato subito alle Molinette e sottoposto ad intervento chirurgico al CTO per ferite profonde all'addome. L'uomo è stato giudicato guaribile in 21 giorni.  

Nel corso della colluttazione, ma in modo più lieve, sono rimaste ferite anche altre tre persone: tra queste un buttafuori di 53 anni. I carabinieri hanno denunciato complessivamente 11 persone. Il locale torinese, dove gli appassionati si ritrovano a ballare musica latinoamericana, era già stato chiuso qualche tempo fa dal questore per la violenza degli addetti alla sorveglianza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capodanno con rissa e feriti in una famosa discoteca di Torino sud

TorinoToday è in caricamento