menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Motorizzazione civile al collasso, 20mila automobilisti in attesa fino al 2020 per la revisione

Troppo lavoro e poco personale

La Motorizzazione a Torino è in crisi. Circa 20mila automobilisti in città e provincia necessitano della revisione urgente del proprio veicolo ma il primo posto libero è nel 2020. Tantissime le pratiche da sbrigare e alla Motorizzazione il personale, che è anche impegnato nel rilascio dei libretti di circolazione e delle patenti di guida, è poco e oberato di lavoro. In più i pensionamenti aumentano e manca il turnover e se arrivasse tutto il personale di cui c'è bisogno, servirebbero comunque mesi per formarlo. Rischia grosso, andando incontro a centinaia di euro di multa e alla sospensione del libretto di circolazione dunque chi circola ugualmente. Ma la situazione è particolarmente critica per i camionisti che con il loro Tir devono espatriare e senza la revisione in regola, non possono farlo. Questo vuol dire blocco dell'attività per le imprese di autotrasporto torinesi. 

“La Motorizzazione di Torino è ormai al collasso e il personale presente, a causa dello stop al turnover e per i recenti pensionamenti, non può più garantire servizi adeguati alla comunità: chiediamo al Ministro Toninelli di intervenire con urgenza per risolvere questa situazione divenuta insostenibile”: è quanto dichiara il deputato Pd Davide Gariglio in un' interrogazione presentata mercoledì 20 giugno a Montecitorio, che chiama in causa il dicastero delle Infrastrutture e Trasporti.

“Da tempo la cronica mancanza di personale della Motorizzazione civile di Torino sta creando gravi disagi ad un vasto bacino di utenza e a molte imprese della filiera come le agenzie di pratiche auto, le scuole guida e le autofficine che effettuano le revisioni. Adesso però i ritardi per la revisione e i collaudi dei veicoli, per effettuare gli esami di pratica per le patenti e per l’adempimento delle pratiche sono inaccettabili. La Motorizzazione di Torino interessa un grande bacino di utenza - continua Gariglio - e deve essere messa nelle condizioni ottimali per erogare con tempestività ed efficacia i servizi ai cittadini e alle imprese, oltre a garantire un'idonea sicurezza sulle nostre strade”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento