menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Code ai distributori di biglietti (foto Facebook)

Code ai distributori di biglietti (foto Facebook)

Caos Gtt: code ai distributori e agli sportelli, sito in tilt e nuova applicazione da affinare

In attesa dell'arrivo dei tornelli sui bus

Continua l'odissea Gtt. Oltre alle code infinite ed esasperanti degli ultimi giorni agli sportelli per l'attivazione degli abbonamenti Under 26, il cambio dei vecchi biglietti e la richiesta della Bip Card, si aggiungono quelle alle macchinette della metro per la distribuzione dei titoli di viaggio, i problemi con il sito internet e con la nuova app To Move, appena nata. Insomma, riuscire a spostarsi sui mezzi in città - a meno che non si opti per il viaggio "alla portoghese" (non più possibile fortunatamente a partire dal 2019, con l'arrivo dei tornelli sui bus, ndr) - , sta diventando sempre più complicato.

E se è difficile per studenti e giovani, figuriamoci per gli over 65. Disservizi a raffica che, oltre a creare problemi ai torinesi nella giornata lavorativa, mettono in difficoltà anche i turisti che a settembre ancora si aggirano per la città. Il risultato finale è che tutta questa innovazione nei documenti di viaggio, anzichè incentivare l'uso dei mezzi pubblici, rischia di sortire l'effetto contrario. 

Difficile anche l'acquisto sull'e-commerce

E se chi la sa più lunga, suggerisce di acquistare Bip Card e titoli di viaggio tramite l'e-commerce sul sito ufficiale di Gtt, è necessario sottolineare che anche questa soluzione è tutt'altro che una passeggiata. L'operazione richiede tempo anche solo per la procedura di registrazione e difficilmente va a buon fine al primo tentativo. In giornata, forse per il troppo "sovraffollamento" di utenza, nel bel mezzo delle operazioni compare la schermata con la scritta "errore imprevisto" che obbliga a ricominciare daccapo.

Attese esasperanti

E in molti a comprare la Bip Card rinunciano anche per questo motivo: ci si limita quindi ad acquistare i biglietti da una corsa - rimpiangendo i vecchi e comodi carnet - ed è così che si creano code esasperanti ai distributori delle stazioni della metro. Già perchè tra l'altro, se non si hanno spiccioli alla mano, e si usa la carta di credito, la procedura si inceppa obbligando l'utente a ripetere l'operazione. Senza contare che molto spesso- o per un motivo o per l'altro - i distributori di biglietti sono fuori uso.

Sempre a proposito di tecnologia e di innovazione, i possessori di Iphone inoltre, sono in attesa che la nuova app To Move, nata per permettere ai viaggiatori di caricare la propria Bip Card acquistando direttamente da lì biglietti e abbonamenti, sia usufruibile anche dal proprio smartphone. Già perchè al momento l'applicazione funziona solo su telefoni con sistema Android: Apple deve ancora mettere a disposizione la tecnologia Nfc per gli sviluppatori esterni. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Torino usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento