Cronaca

Caos alta velocità, risarcimenti per chi non usufruisce dell'abbonamento

Sono stati definiti i diritti per gli abbonati ai treni ad alta velocità, che prevedono maggiore informazione e un mercato più trasparente

L’Authority dei Trasporti accontenta i viaggiatori. Sono stati definiti i diritti per gli abbonati ai treni ad alta velocità, che prevedono maggiore informazione, un mercato più trasparente, la definizione di diritti, rimborsi e indennizzi, oltre alle disposizioni valide per tutti i servizi ad Alta Velocità.

Oggi, si legge in una nota, il Consiglio dell'Autorità di regolazione dei trasporti ha adottato le misure concernenti il contenuto minimo degli specifici diritti che i passeggeri in possesso di "abbonamenti" possono esigere nei confronti dei gestori dei servizi ferroviari ad Alta Velocità. Tali misure entreranno in vigore dopo una breve consultazione che si concluderà il 29 aprile.

E dunque chi non può usufruire dell’abbonamento Alta Velocità verrà risarcito. “I passeggeri titolari di abbonamenti e in possesso di prenotazioni registrate - si legge nel provvedimento - qualora abbiano subito ritardi o soppressioni di servizio ripetuti durante il periodo di validità dell’abbonamento, hanno diritto a un indennizzo adeguato, determinato secondo criteri di calcolo dei ritardi e dell’indennizzo specifici”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos alta velocità, risarcimenti per chi non usufruisce dell'abbonamento

TorinoToday è in caricamento