Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca Aurora / Corso Palermo

Voragine di largo Giulio Cesare, commercianti e residenti sul piede di guerra

Chi arriva dal corso principale può girare a destra in corso Palermo mentre non può entrare in via Scarlatti, completamente bloccata

La voragine di largo Giulio Cesare

Polemiche attorno al cantiere di largo Giulio Cesare e corso Palermo, nato a causa della voragine che si è aperta la scorsa settimana in Barriera di Milano.

I tempi di ripristino non saranno veloci, si parla addirittura di due mesi. Fattore che preoccupa i commercianti che temono per i loro affari.

Smat è già intervenuta con i sondaggi, chiudendo il tratto di corso Palermo che porta in corso Giulio Cesare. Con gli automobilisti costretti, per forza, a immettersi a sinistra in via Baltea.

Chiusa anche via Scarlatti. “Un grosso problema” spiega un negoziante.

Chi arriva da corso Giulio Cesare può girare a destra in corso Palermo mentre non può entrare in via Scarlatti, completamente bloccata. Già ieri mattina non sono mancati i rallentamenti. «E noi come faremo a lavorare - si chiede un altro esercente -. Questa notizia non ci voleva, chiediamo tempi certi». Situazione confusa anche in via Montanaro dove i residenti temono per il via vai dei pusher, favoriti pronto dal cantiere stesso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Voragine di largo Giulio Cesare, commercianti e residenti sul piede di guerra

TorinoToday è in caricamento