Tav, il cantiere francese diventa meta turistica: posti esauriti in poche ore

La visita è stata organizzata dall'Osservatorio 21

Il cantiere Tav diventa meta turistica e le prenotazioni per potervisi recare in visita vanno a ruba. Cinquanta cittadini italiani sono andati a vedere nella giornata di sabato 23 febbraio, il cantiere della Torino-Lione a Saint-Martin-La-Porte, in Francia. Un'iniziativa a cura dell'associazione torinese Osservatorio21 che ha dato l'opportunità a molte persone di esplorare sul posto la galleria - dove viaggeranno i treni verso l'Italia - e di salire, muniti di caschetti, gilet e stivaloni, sulla fresa "Federica".

Il macchinario sta scavando l'ultima opera di preparazione al maxi-tunnel ma già nell'asse e del diametro di una delle due canne della galleria da 57,5 km, la parte principale della tratta transnazionale della Tav. I posti disponibili per partecipare alla "gita" sono andati esauriti a poche ore dall'apertura delle iscrizioni su internet. Ma l'Osservatorio 21 ha garantito che ci saranno altre visite. Presto su internet i programmi. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mini in corsia d'emergenza esplode dopo essere urtata da un'altra auto: morti padre e figlia

  • Frontale fra due automobili: un uomo è morto, cinque persone ferite

  • Terribile schianto nel sottopasso, ma è la scena della fiction con Raoul Bova

  • Scontro auto-ambulanza: una persona è morta

  • Scontro tra camion e moto, morto il centauro

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

Torna su
TorinoToday è in caricamento