Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Borgo Vittoria / Corso Venezia

I lavori sono fermi, il passante ferroviario terra di conquista dei randagi

Alcuni residenti hanno avvistato due cani nel tratto compreso tra via Valprato e corso Venezia. L'ennesima segnalazione dopo i casi di via Fossata e del parco dell'Arrivore

Si aggirano per i grandi parchi della periferia e per i cantieri abbandonati, in cerca di un posto sicuro dove riposare. Lontano da occhi indiscreti. Adocchiati anni fa nei dintorni del parco dell’Arrivore di strada Settimo e poi nei pressi di un cantiere alle spalle di via Fossata i cani randagi della periferia sono stati segnalati, nelle scorse settimane, dentro il passante ferroviario. Nel tratto compreso tra corso Venezia, via Valprato e via Breglio.

Immortalati a riposare accucciati vicino ad una centralina, senza alcuna anima viva a dar loro fastidio. Come si vede chiaramente nella foto scattata da un balcone di un cittadino. I randagi, stando a quanto raccontato dai residenti, passerebbero le giornate in un’area dove i lavori sono momentaneamente al palo. Fattore che probabilmente ha aiutato i cani stessi ad uscire allo scoperto, trovando riparo sotto gli occhi delle famiglie delle circoscrizioni Cinque e Sei.

Per alcune persone, però, si tratta di una storia che dura ormai da almeno tre anni. Insomma non una novità. “Ma nel cantiere del passante non li avevamo ancora visti – racconta Maurizio, la cui finestra si affaccia proprio sull’area incriminata -. Sicuramente vanno in giro in cerca di cibo e acqua. Non sappiamo se siano mansueti o meno e vorremmo che qualcuno ci desse delle informazioni in merito”.

Gli ultimi cani pizzicati dai cellulari e dalle macchine fotografiche sarebbero due:  una via di mezzo tra un lupo e un pastore tedesco. Randagi che probabilmente hanno approfittato di uno dei pochi buchi in prossimità del cantiere per entrare e scorazzare indisturbati. La segnalazione, intanto, verrà trasmessa prossimamente anche all’attenzione dei canili municipali e sanitari. “Quando i residenti ci inoltreranno la segnalazione noi provvederemo subito a effettuare un sopralluogo” la replica affidata all’assessorato all’Ambiente del Comune di Torino. Alle gattare dei quartieri della Torino Nord, vista la mattanza di un anno fa, toccherà invece incrociare le dita.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I lavori sono fermi, il passante ferroviario terra di conquista dei randagi

TorinoToday è in caricamento