menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Abbandonati tra i rifiuti. Due cani salvati da morte certa

Un maschio e una femmina di pochi mesi sono stati ritrovati dentro una scatola da una commerciante di corso Dante. Ora i due piccoli hanno una nuova casa

Destinati ad una fine terribile e salvati per puro miracolo da una passante. Due cuccioli di cane ritrovati all’interno di un bidone della spazzatura in corso Dante 68 riceveranno le cure di una famiglia del quartiere Regio Parco. L’appello lanciato da una volontaria dell’associazione per la tutela degli animali “Qui la zampa” non è caduto nel vuoto. Al contrario alcuni torinesi hanno chiesto di adottare i due cagnolini, un maschio e una femmina, che una negoziante di San Salvario ha ritrovato dentro una scatola di carne, non in mezzo ad una strada ma addirittura dentro un bidone dei rifiuti. Il segnale che un padrone senza cuore aveva cercato di liberarsi della loro presenza soffocandoli tra l’immondizia. Così, però, non è andata. Sono stati i lamenti degli animali ad attirare i passanti.

“In altre circostanze non li avrei mai e poi mai visti – racconta Serena, la ragazza che li ha trovati -. Invece le loro urla hanno attirato la mia attenzione. Ho cominciato a rovistare tra i rifiuti finchè non ho tirato fuori dal bidone quella scatola”. I due cani, così piccoli da non riuscire nemmeno a camminare, sono stati portati subito da una veterinaria. Ai due animali sono stati prestati i primi soccorsi e grazie a questo intervento non sono più in pericolo di vita. “Per fortuna li ho sentiti piangere altrimenti sarebbero morti in mezzo ai sacchi della spazzatura” continua Serena, in lacrime per la vicenda.

Ora i due cagnolini continuano a vivere insieme, non si separano mai e vengono allattati ogni giorno con il biberon nell’attesa dello svezzamento, ormai prossimo. La loro nuova famiglia – che preferisce rimanere nell’anonimato - ama moltissimo gli animali. “Guardandoli ogni giorno mi chiedo come il loro ex padrone abbia fatto ad abbandonarli – spiega Michele, la persona che ha deciso di prenderli a casa -. Sono dolcissimi, ancora molto spaventati ma spero si possano riprendere. Mia moglie si prendere cura di loro ogni giorno ma nonostante ciò mi chiedo come possa chiudere occhio la persona che li ha buttati tra i rifiuti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento