Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Mazzè

Uccide il suo cane con una mazzetta: "Dava fastidio ai miei genitori"

Un uomo di 44 anni ha ucciso brutalmente il suo meticcio di 11 mesi perché era troppo vivace. Lo ha colpito mentre scavava una buca in giardino e poi seppellito. Un passante, uditi i guaiti dell'animale, ha chiamato i Carabinieri

Un gesto barbaro compiuto solo perché il cane era troppo giocherellone. Un uomo di 44 anni ha ucciso con un mazzetta da muratore e un coltello il suo meticcio di grossa taglia di soli 11 mesi.

"Dava fastidio ai miei genitori", racconterà qualche ora dopo ai Carabinieri di Caluso, intervenuti sul posto perché chiamati dal canile e dall'Asl To 4. Quanto successo a Mazzè, nel Canavese, nella giornata di martedì, rischiava però di passare inosservato se i guaiti del cane morente non avessero attirato un passante.

Il cane si era "reso responsabile" di scavare troppe buche nel giardino di casa. Questo era quello che infastidiva parecchio i genitori del quarantaquattrenne. Proprio quando stava scavando l'ennesima buca l'uomo lo ha colpito. Diversi colpi al collo che ne hanno causato la morte per emorragia, come dirà più tardi il veterinario. Un passate, udito l'animale lamentarsi e forse dopo aver intravisto qualcosa, ha avvisato il canile e i Carabinieri. Mentre questi arrivavano sul posto, il proprietario aveva già seppellito il corpo del cane nella stessa buca iniziata dall'animale.

Disseppellito il meticcio, si è constato che effettivamente dietro la sua morte c'erano parecchi colpi dati sulla parte superiore del collo, come dimostrava una profonda ferita. I Carabinieri hanno sequestrato mazzetta e coltello e denunciato l'uomo per uccisione di animale. Quanto al corpo ormai privo di vita del cane, questo è stato affidato alla magistratura.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccide il suo cane con una mazzetta: "Dava fastidio ai miei genitori"

TorinoToday è in caricamento