Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Centro / Corso San Martino, 10

Cagnetta cade dal terzo piano e muore. Testimoni: "Uccisa dal proprietario". Lui si difende

Uomo difeso da aggressione e poi denunciato

Avrebbe lanciato dal terzo piano la sua cagnolina, una femmina di razza breton di 15 anni, morta nell'impatto sull'asfalto, e per questa ragione è stato denunciato dai carabinieri per uccisione di animale. L'episodio, descritto da alcuni testimoni, è avvenuto la sera martedì 25 agosto 2020 in corso San Martino 10, all'angolo con piazza XVIII Dicembre.

Ma il protagonista, un attore e doppiatore italiano di 84 anni ora in pensione, si difende dicendo che i fatti non sono andati come sostiene l'accusa: la cagnetta era cieca e sarebbe finita giù accidentamente, cadendo nel tentativo di liberarsi dalla ringhiera (c'è un punto in cui è rotta e questo è possibile). L'uomo si è affidato agli avvocati Wilmer e Manuel Perga per sostenere la propria posizione quando finirà a processo: "Non l'avrei mai uccisa - ha detto ai legali -: siamo stati insieme una vita, le volevo bene".

Il fatto ha provocato un po' di bagarre in piazza la sera di martedì. Alcune persone, infatti, si sono avvicinate minacciosamente al pensionato e i carabinieri hanno avuto il loro bel daffare a tenergliele lontane. La situazione è tornata alla calma solo a notte inoltrata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cagnetta cade dal terzo piano e muore. Testimoni: "Uccisa dal proprietario". Lui si difende

TorinoToday è in caricamento