menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La proposta shock della Sette: "Cancelli per i giardini dello spaccio"

Il presidente della circoscrizione Emanuele Durante vorrebbe chiudere l'area verde che in futuro sarà intolata a madre Teresa di Calcutta. Opinione condivisa anche da una parte della minoranza

Frequentato ogni ora del giorno e della notte da spacciatori e da nullafacenti. Dall’area giochi sono spariti i bambini, e a dirla tutta anche le altalene. Le mamme non si avvicinano, gli anziani non si siedono più sulle panchine a leggere i giornali. Una situazione, quella dei giardini ex Gft di corso Vercelli, nota alla circoscrizione Sette che sta pensando di montare una cancellata per impedire l’accesso ai delinquenti. . “Noi stiamo cercando di capire come intervenire – dichiara il presidente Emanuele Durante -. Ma per un progetto del genere potrebbero volerci anche 20mila euro. Soldi difficili da trovare in questo momento di crisi”.

Gli spacciatori, però, ci sono. Aspettano i clienti dal mattino alla sera e si danno persino il cambio quando il freddo si fa insistente. La droga, come raccontato pochi giorni fa, viene nascosta all’interno di alcuni sacchetti lasciati sugli alberi. Dello stesso parere del presidente è il capogruppo di Fratelli d’Italia della circoscrizione Sette Patrizia Alessi. “Chiudiamo questi giardini, tanto li usano solo i pusher e i delinquenti – spiega Alessi -. Tuttavia mi chiedo come sarà possibile passare dalle parole ai fatti dato che l’area è enorme e non può essere sorvegliata 24 ore su 24”. L’intitolazione a Madre Teresa di Calcutta, intanto, continua ad essere un miraggio. “Al momento non ci sono novità in merito – conclude Durante -. Stiamo lavorando sull’area ma servirebbe un intervento da parte di un privato per riqualificare completamente la zona”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento