Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Spending review, in Piemonte cancellati 7 tribunali su 16

Addio quindi ai tribunali di Acqui Terme, Alba, Casale Monferrato (accorpato ad Alessandria), Mondovì (a Cuneo), Pinerolo (a Torino), Saluzzo (a Cuneo), Tortona (ad Alessandria)

In Piemonte saranno cancellati sette tribunali su sedici: in pratica, tutti quelli che non hanno sede in un capoluogo di provincia con la sola eccezione di Ivrea (Torino), che evita un po' a sorpresa la cancellazione. Così, secondo le prime notizie che arrivano da Roma, verrà ridisegnata la geografia degli uffici giudiziari del Piemonte dopo il decreto sulla spending review.

Addio quindi ai tribunali di Acqui Terme, che viene accorpato a quello di Alessandria; Alba, che passa sotto le dipendenze di Asti anche se la città ricade in provincia di Cuneo; Casale Monferrato (accorpato ad Alessandria), Mondovì (a Cuneo), Pinerolo (a Torino), Saluzzo (a Cuneo), Tortona (ad Alessandria). Insieme al Tribunale viene soppressa la relativa Procura.


"Sicuramente qualcosa andava fatto: noi stessi chiedevamo da tempo di razionalizzare la geografia giudiziaria". Questo il primo commento del procuratore generale del Piemonte, Marcello Maddalena, il quale si dice convinto che, dal punto di vista organizzativo, dopo "un iniziale periodo di turbolenza le cose si aggiusteranno". "Sfavorevolmente colpiti" si dicono invece gli avvocati della Camera Penale del Piemonte Occidentale Vittorio Chiusano. "Qualche taglio - afferma la presidente, Silvana Fantini - era necessario, ma ci voleva criterio. La decisione di sopprimere Pinerolo, che fino a ieri sembrava salva, ci lascia esterrefatti: è una sede efficientissima, con un bacino d'utenza notevole e centro economici importanti". Le toghe piemontesi sono pronte ad aderire alle iniziative di protesta che potrebbe proclamare l'Unione delle Camere penali. (ANSA)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spending review, in Piemonte cancellati 7 tribunali su 16

TorinoToday è in caricamento